CALENDARIO EPSON 2015 CON LE FOTO DI RENATO MARCIALIS

http://www.factorystylemag.it/wp-content/uploads/2015/02/calendario-expos-2015-_-renato-marcialis.gif

All’Urban Center di Milano la mostra “Luci e ombre” con le foto del Calendario Epson 2015.
Dal 17 al 26 febbraio le foto di Renato Marcialis, maestro della fotografia eno-gastronomica, rendono omaggio al cibo, tema dell’Expo 2015. Renato Marcialis. ispirato dal Caravaggio, ha saputo creare immagini di suggestiva bellezza, del tutto simili alle nature morte del maestro cinquecentesco. I soggetti inquadrati da Marcialis sono frutti e ortaggi, ma anche alimenti come pane e formaggio, che ben si raccordano con il tema conduttore dell’Expo 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” che prenderà il via tra pochi mesi.
Nello spazio espositivo dell’Urban Center è presente anche un pannello dedicato al progetto “Calendario Epson” che, iniziato nel 2001 è giunto quest’anno alla quindicesima edizione, rende omaggio ai grandi maestri della fotografia italiana.

La scelta di un titolo così evocativo nasce dalla descrizione della tecnica di scatto utilizzata dal fotografo: le immagini, contrassegnate da drammatici chiaroscuri, sono realizzate da Marcialis con vere e proprie pennellate di luce; lo straordinario effetto finale è lo stesso ottenuto da Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, che nel Cinquecento creava i suoi dipinti illuminando i soggetti con una fonte di luce potente ma concentrata, capace di sottolineare i volumi di quanto rappresentato fino a farli uscire improvvisamente dal buio della scena.
Così ciascuna fotografia del Calendario Epson 2015 ricorda da vicino una natura morta di Caravaggio, dove l’uso coreografico dei forti contrasti fra ombra e luce coniuga potenza espressiva e sensazione di apparente semplicità, e la carta utilizzata restituisce alle stampe la preziosità di un quadro.

Il Calendario Epson 2015 è un omaggio alla fotografia eno-gastronomica fra innovazione tecnologica e perizia artigianale. Il marchio Epson ha sempre avuto un’attenzione particolare per le arti visive, affini sia alla sua cultura aziendale sia ai prodotti di digital imaging sviluppati per professionisti e appassionati. Da questa particolare affinità, nel 2000 è nata l’idea di un calendario dedicato di volta in volta a un grande maestro della fotografia, con la precisa scelta che fosse sempre un fotografo italiano.
Oltre a essere un tributo alla fotografia, il calendario Epson è nato anche con l’obiettivo di dimostrare la qualità della stampa fotografica Epson, in modo tangibile e con esempi prestigiosi, in un momento in cui la stampa digitale di fotografie stava cominciando ad affermarsi.
Ogni calendario raccoglie le fotografie dell’autore realizzate con stampanti inkjet e carte Epson: una produzione di oltre 10.000 stampe che vede impegnate le macchine Epson ininterrottamente per 2 mesi. Ogni stampa viene quindi incollata manualmente sulle pagine del calendario che, prodotto in tiratura limitata e numerata, è oggi un oggetto da collezione molto ricercato.

 

 

Redazione