LE SCARPE DI DUCCIO VENTURI BOTTIER ALL’EVENTO “FASHION FRAMES” A FIRENZE

http://www.factorystylemag.it/wp-content/uploads/2015/01/duccio-venturi-firenze-pitti-uomo-87.gif

Ecco di nuovo a Firenze la più importante kermesse di moda uomo che vede buyer e stampa, nazionale e internazionale, per segnalare le tendenze moda del prossimo F/W 2015/16.
Ed ecco si parla di nuovo di colori e stampa, tessuti e street style, creatività e tradizione, innovazione e fantasia, capispalla e ricami, cashmere e seta, fitting e modelli, e ancora, gli stili del menswear di domani e le nuove correnti luxury underground, i progetti speciali dei designer di punta internazionali e le anteprime sulle collezioni donna, fino al supporto ai nuovi talenti.
Pitti Uomo è sempre di più una global platform per importanti aziende e gruppi internazionali della moda e le strade fiorentine piene di personaggi stravaganti e colorati che portano a Firenze, ogni 6 mesi, una ventata di glamour da tutto il mondo.

Mille gli appuntamenti, oltre ai brand in esposizione a Pitti, alla Fortezza da Basso, quest’anno 1090 brand uomo e 70 collezioni Woman, 30.000 visitatori all’ultima edizione – in rappresentanza di tutti i negozi e department store più importanti del mondo.
Eventi e feste, personaggi e curiosità, moltissimi gli eventi collaterali: nei saloni del Four Seasons del Palazzo della Gherardesca la 3° edizione del Fashion Frames, la kermesse internazionale che propone i nuovi brand, che presenta una passerella di passioni e culture artigianali e manufatturiere, come rapidi vettori per ridisegnare le forme della moda; oltre alla significativa partnership della Camera Buyer Italia, un evento cult, seguito dalla rete internazionale di moda Amsterdam Fashion Tv di Manuel Perrotta, uno strumento comunicativo puntuale per sottolineare come il fashion sia uno strumento alla portata di tutti, trasformandolo in messaggio culturale; aziende selezionate dall’event manager Cristina Egger, che si riconferma talentuosa trendsetter di nuovi brand, italiani ed europei, e lancia, in un momento difficile per la moda, un messaggio per guardare oltre, con ottimismo e speranza, consapevole che la moda, per quanto frivola, abbia una dirompente portata politica ed economica…a Firenze, al Four Seasons per la 3° edizione del Fashion Frames, tra i brand in esposizione DUCCIO VENTURI BOTTIER, uguale a ricerca, artigianalità, eccellenza…è nella creatività in cui  Duccio Venturi ha sempre creduto e cercato, nato da una famiglia di imprenditore della calzatura e poi un percorso di intense collaborazioni con le più note maison di moda ed haute couture italiane e non come Cadette, Franco Moschino, Thierry Mugler e Sergio Rossi,  e poi i primi passi con un proprio  brand, Duccio Venturi Bottier, affiancato in unione sinergica dalla figlia Aliai, in quanto Venturi ha perfettamente compreso che, anche se l’abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, la donna che si riappropria della propria femminilità, “ritorna sui tacchi” e torna ad essere l’oggetto del desiderio che fino dal Medio Evo è sempre stata.

Le scarpe di Duccio Venturi fatte da artigiani italiani, “maestri” nella costruzione delle scarpe, tacchi, tomaie, pellame, tutto di altissima qualità per una donna che segue l’evoluzione della moda,  in una continua ricerca del nuovo e del bello, sottolineando dettagli che fanno subito moda e rendono il marchio icona per ogni fashion victim: una passerella di scarpe dai colori inaspettatamente vibranti e bon ton, la bellezza e la femminilità esasperata per immaginare un romanzo d’amore che sottolinea la seduzione con pennellate di verde elettrico, il rosso fuoco, il rosa caramella, l’arancio, passi sottintesi e seducenti, con gli accenti  ammiccanti di una moda che è, ormai, diventata….un must…“Duccio Venturi Bottier” !!!

 

Cristina Vannuzzi Landini