MALAGA: TAPAS Y CERVEZA TRA ARTE E SHOPPING

http://www.factorystylemag.it/wp-content/uploads/2014/07/malaga_-spain_-discover-andalusia-_-tapas-cerveza.jpg

La città andalusa di Malaga, di origine fenicia, è un vivace centro culturale ricco di storia ed arte.
Malaga presenta importanti monumenti tra cui il Teatro Romano, l’Alcazaba, il Castello di Gibralfaro e la Cattedrale Monumentale; mentre tra i Musei ricordiamo Il Picasso, il Carmen Thyssen e il Centro di Arte Contemporanea.

Questa bella cittadina di mare offre anche un intrattenimento gastronomico decisamente interessante e, com’è caratteristico in Spagna, le Tapaserie sono le vere protagoniste.
Il termine Tapas ha origine ottocentesca e indicava il piattino usato come “tappo” con cui si copriva il bicchiere di Sherry evitando che il dolce aroma da esso emanato attirasse all’interno le mosche o altri insetti.
Visto che ormai il piatto c’era, si è pensato bene di riempirlo con una bella varietà di prodotti, ed ora la consuetudine più tipica, porta a consumare le tapas spostandosi di locale in locale.

TAPAS-SPAGNOLE_CERVEZA-E-SANGRIA

Non si ha tempo di accomodarsi ai tavoli che i camerieri si prodigano per portare da bere, e che sia una Cana di birra (circa 150 ml.), un “vaso di Tinto de Verano” (bicchiere di vino rosso con ghiaccio allungato con aranciata o limonata gassata) o Sangria,  l’unica cosa che resta da fare è decidere il degno accompagnamento tra le tante offerte che ogni locale propone .
E le serate (ma anche i pomeriggi…) passano gironzolando tra le varie tapaserie facendo delle vere e proprie cene a base di spuntini sfiziosi, abbondanti ed alla portata di tutte le tasche.

Le tapas più tipiche e consumate sicuramente sono quella la Tortillas di patate, il Chorizo (insaccato di maiale e/o vitello speziato con paprika), i Pimentos (peperoncini verdi o rossi dolci di forma allungata) fritti o grigliati, Queso (Formaggio), il pescato del giorno fritto (polipi, acciughe, seppie) ed ovviamente il Jamon iberico (prosciutto crudo fatto da maiali allevati a ghiande).
In ogni caso, quale che sia la vostra tapas preferita, cercate di evitare i locali con troppe foto dei piatti disposte all’esterno del locale (si tratta solitamente posti di bassa qualità) e fidatevi del vostro istinto o di dove sono soliti pranzare-cenare i locali.
Hasta Luego!!!

 

Maurizio Marchisio


Servizio fotografico a cura di Maurizio Marchisio per FACTORY STYLE MAG

tapas-in-spagna_-malaga-reportage_1