RIPARTE LA TALISKER WHISKYATLANTIC CHALLENGE

http://www.factorystylemag.it/wp-content/uploads/2016/12/Matteo-Perucchini-crosses-the-finish-line-of-the-Talisker-Whisky-Atlantic-Challenge-CREDIT-BEN-DUFFY-Flare-at-sea-2.jpg

E’ ripartita Mercoledì 14 Dicembre, la Talisker WhiskyAtlantic Challenge, la gara di canottaggio più dura al mondo.
3.000 miglia nautiche da La Gomera nelle Canarie fino a raggiungere Antigua, remando per circa sei settimane (anche se in alcuni casi possono volerci fino a 100 giorni per completare la traversata) con l’obiettivo di raccogliere fondi destinati a enti di beneficenza.
Famosa per le sue condizioni insidiose ed estreme, la Talisker WhiskyAtlantic Challenge sottopone i partecipanti ad uno stress fisico e psicologico senza precedenti: chi gareggia brucia circa 8000 calorie al giorno e perde circa il 20% del proprio peso senza contare la fatica di dover fronteggiare onde alte 12 metri, temporali tropicali, mancanza di sonno e caldo estremo.
Con equipaggi formati da uno fino a quattro rematori provenienti da USA, UK, Sud Africa, Irlanda e Ucraina, l’edizione di quest’anno secondo il direttore di gara Carsten Heron Olsen, promette di essere quella dei record grazie anche al vento a favore.
Tante le storie e le motivazioni che spingono i partecipanti a bordo delle imbarcazioni: i rematori arrivano da esperienze di vita diverse, non sono il più delle volte professionisti del canottaggio ma desiderano ugualmente confrontarsi con loro stessi e con il mare anche per scopi benefici.

Redazione