SI CAVALCA L’ONDA CON LA FOTOGRAFIA DI LUCA PANEGATTI

http://www.factorystylemag.it/wp-content/uploads/2014/12/luca-panegatti-_-fotografo-di-surf.gif

Incursione nel mondo della Fotografia.
La nostra redazione incontra Luca Panegatti, 27 anni, la fotografia nell’anima. Luca fotografa le onde e la tavola da surf che le cavalca. Scatta tavole da snow che scivolano sulla neve o in “volo” durante acrobazie aeree…
Una passione quella della fotografia che va di pari passo con le sue avventure sulla tavola da surf o sullo snowboard.

Come è nata la sua passione per la fotografia e come l’ha fatta diventare un lavoro?
Ho sempre avuto la passione per l’estetica e la mia ricerca l’ho espressa sotto tante forme, inizialmente tramite lo snowboard e successivamente nella gestione del MadePark di Madesimo curando il mantenimento, l’organizzazione di eventi e la comunicazione. Da quel momento la fotografia, come il videomaking, è diventato non solo una passione ma anche un lavoro con l’obiettivo di evocare con un’immagine la purezza e il divertimento dello sport.

Come mai ha scelto a fotografia sportiva?
La fotografia per me è raccontare una storia tramite le mie esperienze e il surf come altre discipline da tavola, sono parte integrante della mia storia.

fotografia-sportiva_-luca-panegatti-ph

Si occupa prevalentemente di fotografia nel mondo del Surf. Ci racconta di questo mondo?
Il surf è molto piu che uno sport, è uno stile di vita, un’attitudine. Questo mondo è fatto di persone amanti del viaggio, drogati di quei 10 secondi sull’onda che ripagano delle ore in macchina e dei soldi spesi solo per provare quel feeling. In Italia, pur non avendo condizioni oceaniche d’onda, c’è un gruppo di persone che ha creduto in questo stile di vita e, con una forte tenacia, è riuscita a creare una italian culture apprezzata e rispettata nel mondo del surf internazionale.

Quali emozioni si provano a scattare?
Come dicevo la fotografia è il racconto di una storia e raccontarla, attraverso l’obbiettivo della macchina fotografica, mi appaga molto. E’ un modo per interagire e allargare la cerchia di persone con le quali vivo le mie esperienze.

Ha qualche progetto per il futuro che ci vuole raccontare?
Sicuramente intraprendere un surftrip  di qualche settimana nel mese di Febbraio, alla ricerca di nuovi spot e nuove inquadrature. Poi mi ripropongo di allargare il mio portfolio anche nell’editoria; nei prossimi mesi sarò spesso a Milano confrontandomi con un mondo, anche se difficile, sicuramente stimolante.

Sara Biondi

 

Fotografie concesse dal fotografo LUCA PANEGATTI

fotografi-italiani_-sport surf-italia